Il Brand Invincibile: il primato dell’interazione

Il modello del Brand Invincibile guida le aziende che vogliono sfruttare le enormi opportunità del mondo digitale. Si basa sull’assunto che la buona propagazione del brand dipende dalla qualità delle interazioni che avvengono nell’ecosistema aziendale.

La qualità delle interazioni è l’indicatore più potente della capacità di un’organizzazione di far spiccare il proprio brand nel mondo Onlife.

Aziende come Netflix, Ferrero, Microsoft ottengono ottimi riscontri nel mondo Onlife perché puntano sulla qualità delle interazioni e del coinvolgimento di collaboratori, clienti e follower. Tutto questo rende credibile un’organizzazione, aumenta la vicinanza con il brand ed è di grande attrattività per i talenti digitali.

Il termine Onlife è stato coniato dal professore Luciano Floridi per definire la nuova condizione umana nell’era digitale. Il termine è stato recentemente inserito nell’enciclopedia Treccani: l’onlife è “la dimensione vitale, relazionale, sociale e comunicativa, lavorativa ed economica, vista come frutto di una continua interazione tra la realtà materiale e analogica e la realtà virtuale e interattiva.

Il modello del Brand Invincibile è lo strumento delle aziende innovative dove il reale e il virtuale si fondono in modo equilibrato. Senza questo modello le due dimensioni si confondono generando un squilibrio .

Abbiamo messo piede in un mondo da vivere al meglio, come esseri umani e sistemi economici.

Nella realtà Onlife non c’è più una netta separazione tra pubblico e privato, tra sfera personale e sfera professionale. Siamo giunti in una dimensione in cui è sfumata la frontiera tra reale e virtuale e dove il primato del controllo ha lasciato il posto al primato dell’interazione.

Se il denaro è il bene di scambio più potente dell’Offline e la quantità di informazioni è il bene più prezioso dell’Online, nella realtà Onlife il bene che ha sempre più influenza è l’attenzione che prestiamo all’interazione con gli altri.

Il modello del Brand Invincibile mette al centro le interazioni e le micro-esperienze vissute dalle persone che hanno un contatto con il brand: clienti, dipendenti e semplici follower. Un brand è invincibile quando esiste un’evidente coerenza tra il vissuto dei collaboratori e la percezione delle persone che acquistano un prodotto o seguono semplicemente il brand sulle pagine social.

Il modello mette i collaboratori al centro di un employee journey che si rinnova continuamente, un percorso di vicinanza con il brand che nasce dalla fase di Attraction di nuovi collaboratori e culmina con il loro spontaneo e genuino coinvolgimento nelle iniziative di Employee Ambassador.

Jacob Morgan, autore di The Employee Experience Advantage sostiene che “Le esperienze che viviamo hanno un impatto enorme su di noi e modellano le nostre relazioni con gli altri, ecco perché per le aziende è così importante creare esperienze positive per il loro personale. Avrà un impatto sulla qualità delle relazioni tra il personale e il management, l'organizzazione e il brand”.

Perché il modello del Brand Invincibile attribuisce maggior valore alle micro-esperienze?

Perché la qualità dell’employee experience, e di conseguenza della brand experience, è determinata dalle circostanze che impattano sulla quotidianità, micro-esperienze che influenzano il rapporto tra i collaboratori e le policies aziendali, i valori e i comportamenti che danno consistenza alla Brand Identity.

Le 7 fasi rappresentate nel modello rivelano che non esiste una definitiva conclusione del rapporto tra aziende e collaboratori: questo rapporto può infatti trasformarsi in una vicinanza con il brand che va oltre la formale appartenenza a un’organizzazione.

 

 

Ai nostri clienti proponiamo un percorso che inizia dalla comprensione dei comportamenti e dalla condivisione degli indicatori chiave di performance.

La versatilità del modello ci consente di lavorare in contesti diversi e di collaborare con diversi tipi di utenti. Ogni intervento si basa su metriche e dati che indicano lo stato e il livello di avanzamento culturale, tecnologico e organizzativo raggiunto dall’azienda. Il percorso viene affrontato nel rispetto delle priorità aziendali e delle strategie di crescita.

In questo modo l’organizzazione acquisisce un valore molto più elevato e il brand beneficia di credibilità, visibilità e capacità attrattiva amplificate da ambassador e canali social.

Un Brand è Invincibile quando le persone si sentono parte di un unico grande progetto in cui ognuno investe la propria energia per realizzarlo, la propria voce per farlo conoscere al mondo, il proprio cuore per raggiungere performance più ambiziose.

 

Rosanna Del Noce

CEO Recround - HR Advisor - Trainer

CONTENUTI PIÙ LETTI

Stiamo elaborando la tua richiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *