Il Recruiting Conversazionale

Il mercato del recruitment è guidato dalle nuove modalità di interazione dei candidati. Il compito delle aziende è di conoscere i parametri per una migliore interazione e un conseguente apprezzamento del brand.  Il candidato oggi si aspetta un'esperienza personalizzata che soddisfi la sua user experience con tutte le attenzioni che oggi ricevono durante la navigazione su Netflix o Spotify.

 Le interazioni di qualità hanno il potere di far arrivare il candidato giusto più velocemente e migliorare contemporaneamente la brand experience.

Il Recruiting Conversazionale facilita la comunicazione bidirezionale attraverso canali come la messaggistica testuale e audio, le mail e i chatbot guidati dall’intelligenza artificiale.

In questi ultimi anni si è passati attraverso alcuni trend: dal Social Recruiting al Recruiting Marketing fino al funnel del Recruiting.

È evidente che gli esperti del recruitment si ispirano al marketing e alle vendite.  Perché sta accadendo?

Perché le vendite e il marketing sono così influenti per le strategie di talent acquisition ? La risposta è nell’evoluzione del comportamento di consumatori, dipendenti e candidati. Gli smartphone, i social media, la scelta istantanea di film e serie TV (Netflix) e l’ascolto immediato delle hit musicali (Spotify).

Il recruitment è un processo che avviene in un mondo di persone always connected. Millennials, Centennials e le altre generazioni beneficiarie di un’evoluzione che influenza indiscutibilmente l’area HR e tutte le attività ad essa connesse. 

Il Recruiting Conversazionale è un approccio potente che fornisce le coordinate per utilizzare al meglio i canali di comunicazione, i linguaggi, i messaggi e gli stili adatti per ogni generazione con un'enfasi sull’interazione one-to-one e sul real time.

Le migliori strategie di recruitment si ispirano al Marketing Conversazionale, un modello di marketing che verte sulla comunicazione bidirezionale tra utente e brand. La comunicazione è personalizzata e la finalità è quella di avviare una conversazione con ciascun cliente. Il ciclo di vendita diventa molto più breve e più semplice, in questo modo diminuiscono i touchpoint che separano gli utenti dal momento dell’acquisto.

 
Ecco i primi vantaggi del Recruitment Conversazionale:

 

1. Ti connetti con i candidati

Trasformi il recruiting in una conversazione a doppio senso e coinvolgi i candidati con gli strumenti che gli sono familiari. In questo modo cresce la probabilità di mantenere vivo il loro interesse e di connetterli più rapidamente alle opportunità professionali dell’azienda.

 

 2. Lavori in modo più strategico

Automatizzare le campagne di recruitment content marketing e utilizzare soluzioni di head hunting digitale consente di attrarre in breve tempo l’interesse di candidati più vicini ai valori aziendali e rispondenti ai profili ricercati.

 

 3. Curi la Human Satisfaction

Il Recruiting conversazionale supporta la human satisfacion e rende ogni scambio più esclusivo e indicativo delle qualità personali e professionali.  L’esperienza di selezione è incentrata sul candidato e sull'approfondimento delle reciproche esigenze e aspettative.

 

4. Aumenti il livello di engagement e la qualità della partecipazione

Con soluzioni come Recround i candidati possono dialogare subito con i manager delle aziende e, grazie a un sistema automatizzato di messaggistica audio, ascoltano direttamente dalla loro voce le informazioni che riguardano l’organizzazione, il team e l’ambiente di lavoro. Questa modalità aumenta il tasso di partecipazione dei candidati idonei e riduce significativamente i tempi necessari per l’assunzione.

 

Attiva il Recruiting Conversazionale!

Mentre implementi la tua strategia di recruitment assicurati di scegliere bene i diversi touch point e di sensorizzarli in modo da raccogliere i dati e misurare la qualità della candidate experience.  Avrai così le informazioni per arricchire costantemente le tue competenze e migliorare le strategie di recruitment, talent acquisition e employer branding.

La svolta del Recruiting Conversazionale consiste nella consapevolezza che bisogna far entrare subito in gioco quella autentica umanità che rende il mondo digitale una semplice evoluzione di gesti, opportunità e interazioni.

 

Iscriviti alla Masterclass dedicata al Digital Social Recruitment.

14-15 GIUGNO 2019 › MILANO  

Coordinatrice e docente delle Masterclass: Rosanna Del Noce 

Ideatrice del primo Canvas al mondo sul Recruiting Strategico

Autrice dell'ebook Strategic Recruitment Canvas

 

Rosanna Del Noce

CEO Recround - Digital & Marketing HR Consultant

rosanna@recround.it

CONTENUTI PIÙ LETTI

Stiamo elaborando la tua richiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *